Parrocchia di Cerea
comunità parrocchiale di cerea
San Zeno in Santa Maria Assunta
 
 
Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider
 

Tutto nacque un anno fa col pensiero e dal cuore e quel chiostro nudo ed inerme, iniziò ad animarsi. Grazie al sì dei nostri sacerdoti e a quelle persone che ci han dato la prima spinta e sostegno, che ci han donato contributi ma anche materiale, la nostra fiducia è cresciuta. Volenterose braccia e tanta disponibilità, han reso il chiostro parrocchiale un laboratorio attivo e una volta creato quell’ambiente antico è stato fatto un accurato lavoro di allestimento. Intanto il Natale si avvicinava anche nei nostri cuori e la piccola Betlemme diventava sempre più reale.

Ecco finalmente “il Verbo si è fatto Carne”, e anche noi eravamo lì ad attenderlo, a vivere quel momento. Le tuniche preparate con cura han preso vita sui nostri corpi ed il Presepe vivente ha aperto le sue porte alla comunità.

 Grazie a voi Maria e Giuseppe e a quei piccoli bambin Gesù in carne ed ossa o a quel bambolotto significativo, e voi angioletti di dolcezza infinita, grazie a te profeta e a te soldato, a te pubblicano e te ebreo. E ancora grazie a te sacerdotessa romana, a te venditrice di stoffe e di spezie e di profumi, a te vasaio, fabbro e falegname. E ancora grazie a te panettiera, a te zoppa o cieca, a te censore, a te pastore o pastorella, a voi viandanti e pellegrini e a voi Re Magi che ci avete emozionato. E grazie ancora a te ciuchino e voi pecorelle che avete trasmesso calore e simpatia e voi mute ma preziose colombe. Grazie ai cori che hanno innalzato i loro canti al cielo e, grazie a voi associazioni preziosi collaboratori nel servire   e a voi in cucina che ci avete deliziato con brulè e the e squisite dolcezze e bocconcini salati, coccolandoci e riscaldandoci. Grazie a te giardiniere che hai reso più reale l’entrata nella nostra Betlemme.

Tutti insieme, per dire siamo qua per Te Gesù, donato a noi, e siamo qui per noi che ci siamo regalati un Natale diverso, che siamo stati presepe insieme, che abbiamo donato i nostri sorrisi a chi ci ha raggiunto e si è soffermato in questa piccola Betlemme, perché in questo Natale dove abbiamo aperto i nostri cuori e le nostre braccia a tutti, c’era solo AMORE e GESU’ era dentro di noi.

                                                                                     Gli amici del presepe

Gb 1, 6-22; Sal 16; Lc 9, 46-50. ||| In quel tempo, nacque una discussione tra i discepoli, chi di loro fosse più grande.
Allora Gesù, conoscendo il pensiero del loro cuore, prese un bambino, se lo mise vicino e disse loro: «Chi accoglierà questo bambino nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato. Chi infatti è il più piccolo fra tutti voi, questi è grande».
Giovanni prese la parola dicendo: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava demòni nel tuo nome e glielo abbiamo impedito, perché non ti segue insieme con noi». Ma Gesù gli rispose: «Non lo impedite, perché chi non è contro di voi, è per voi».