Parrocchia di Cerea
comunità parrocchiale di cerea
San Zeno in Santa Maria Assunta
 
 
Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider
 

Come si è appreso dal comunicato della Conferenza Episcopale Italiana a partire da lunedì 18 maggio si potranno riprendere le celebrazioni eucaristiche, secondo il protocollo che ci è stato indicato e che comunicheremo prossimamente insieme a tutte le modalità che ci saranno nella nostra parrocchia per la partecipazione alle messe. 

È richiesto un notevole grado di igiene e di sanificazione nelle chiese e per questo servono volontari che diano una mano. In modo particolare chiediamo disponibilità a tre livelli:

  • Pulizie generali della chiesa parrocchiale lunedì 11 maggio: ci troviamo in chiesa alle ore 9, muniti di protezione delle vie respiratorie
  • Disponibilità a sanificare le superfici della chiesa con prodotti antisettici, facendo piccoli gruppetti (3 persone) in più turni, in modo da assicurare un’igiene continuativa: chi si rende disponibile per questo servizio contatti don Giulio e ci si accorderà sui momenti (3491138088)
  • Servizio d’ordine per le sante messe a partire da domenica 24 maggio: intanto, per non trovarci impreparati, raccogliamo le disponibilità; poi ci accorderemo (mandare le disponibilità a don Giulio)

Confidiamo in una abbondante disponibilità per favorire anche la possibilità di partecipare alle celebrazioni, secondo il protocollo. Un caro saluto.

Eb 7,25 - 8,6; Sal.39; Mc 3, 7-12. ||| In quel tempo, Gesù, con i suoi discepoli si ritirò presso il mare e lo seguì molta folla dalla Galilea. Dalla Giudea e da Gerusalemme, dall'Idumea e da oltre il Giordano e dalle parti di Tiro e Sidòne, una grande folla, sentendo quanto faceva, andò da lui.
Allora egli disse ai suoi discepoli di tenergli pronta una barca, a causa della folla, perché non lo schiacciassero. Infatti aveva guarito molti, cosicché quanti avevano qualche male si gettavano su di lui per toccarlo.
Gli spiriti impuri, quando lo vedevano, cadevano ai suoi piedi e gridavano: "Tu sei il Figlio di Dio!". Ma egli imponeva loro severamente di non svelare chi egli fosse.