Parrocchia di Cerea
comunità parrocchiale di cerea
San Zeno in Santa Maria Assunta
 
 
Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider
 

Per chi è la missione?

Per te che vieni regolarmente in chiesa: perché la tua partecipazione sia sincera e la tua vita coerente!
Per te che vieni a messa alla domenica: capirai che il Signore ci attende ben di più!
Per te che qualche volta trovi la strada della Chiesa o della Parrocchia: vedrai che Cristo dà senso alla tua intera esistenza!
Per te che hai abbandonato ogni pratica religiosa: sentirai la gioia dell’abbraccio del Padre misericordioso! Per te che hai fatto altre scelte: scoprirai che il Battesimo è la vera pace e la più piena liberazione!
Per tutti: perché abbiamo bisogno di conversione per vivere in fraternità sincera e nella pace sicura!

Come si vive la missione?

Partecipando alle riunioni e riflessioni condotte dai Padri predicatori Fratelli di San Francesco parlandone con amici e vicini e vivendo un clima di preghiera che permetta il passaggio generoso della grazia di Dio.

Avvisi importanti

Tutte le attività della Parrocchia, in questo periodo, sono sospese.
L’incontro dialogato della sera è una conversazione vera e propria fra due frati missionari. La caratteristica è quella di rendere interamente semplice e vivace la proposta di riflessione.

Scarica il programma completo delle missioni parrocchiali.

At 4, 1-12; Sal.117; Gv 21 1-14. ||| In quel tempo, Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul mare di Tiberìade. E si manifestò così: si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso detto Dìdimo, Natanaèle di Cana di Galilea, i figli di Zebedèo e altri due discepoli. Disse loro Simon Pietro: «Io vado a pescare». Gli dissero: «Veniamo anche noi con te». Allora uscirono e salirono sulla barca; ma quella notte non presero nulla.
Quando già era l'alba, Gesù stette sulla riva, ma i discepoli non si erano accorti che era Gesù. Gesù disse loro: «Figlioli, non avete nulla da mangiare?». Gli risposero: «No». Allora egli disse loro: «Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete». La gettarono e non riuscivano più a tirarla su per la grande quantità di pesci. Allora quel discepolo che Gesù amava disse a Pietro: «È il Signore!». Simon Pietro, appena udì che era il Signore, si strinse la veste attorno ai fianchi, perché era svestito, e si gettò in mare. Gli altri discepoli invece vennero con la barca, trascinando la rete piena di pesci: non erano infatti lontani da terra se non un centinaio di metri.
Appena scesi a terra, videro un fuoco di brace con del pesce sopra, e del pane. Disse loro Gesù: «Portate un po' del pesce che avete preso ora». Allora Simon Pietro salì nella barca e trasse a terra la rete piena di centocinquantatré grossi pesci. E benché fossero tanti, la rete non si spezzò. Gesù disse loro: «Venite a mangiare». E nessuno dei discepoli osava domandargli: «Chi sei?», perché sapevano bene che era il Signore. Gesù si avvicinò, prese il pane e lo diede loro, e così pure il pesce. Era la terza volta che Gesù si manifestava ai discepoli, dopo essere risorto dai morti.