Parrocchia di Cerea
comunità parrocchiale di cerea
San Zeno in Santa Maria Assunta
 
 
Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider
 

La mostra presenta alcune opere maggiori del pittore urbinate. I quadri e gli affreschi sono presentati per temi. Illustrano i contenuti fondamentali del cristianesimo: l'Incarnazione di  Gesù Cristo e  il suo donarsi nella storia, la vita della Chiesa e il suo divenire esperienza del popolo cristiano nella dimensione della quotidianità.

Nella sua arte la opere si fondono in una armonica unitarietà, gli ideali classici di bellezza e la naturalezza dei gesti,  i colori e i ritmi compositivi tendono alla perfezione formale.
Nelle rappresentazioni sacre Raffaello introduce spesso personaggi o paesaggi del suo tempo, in modo che l’evento sacro sia percepito  nel presente, nell’esperienza in atto di ognuno.
La dinamica delle immagini, invita l'osservatore a “partecipare” ad un dialogo con il soggetto raffigurato.

Dal 13 al 29 ottobre 2017 presso Villa Bresciani Medici Via Paride da Cerea 61

Presentazione: Venerdì 13 ottobre 2017 ore 20:30

Date e orari:

Venerdi 20-27 ottobre ore 18-20
Sabato 14-21-28 ottobre ore 16-20
Domenica 15-22-29 ottobre ore 10:30-12:30 - 16-20

 

2 Cor 11, 1-11; Sal.110; Mt 6, 7-15. ||| In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Pregando, non sprecate parole come i pagani: essi credono di venire ascoltati a forza di parole. Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno prima ancora che gliele chiediate.
Voi dunque pregate così:
Padre nostro che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non abbandonarci alla tentazione,
ma liberaci dal male.
Se voi infatti perdonerete agli altri le loro colpe, il Padre vostro che è nei cieli perdonerà anche a voi; ma se voi non perdonerete agli altri, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe».