Parrocchia di Cerea
comunità parrocchiale di cerea
San Zeno in Santa Maria Assunta
 
 
Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider
 
NUMEROCOLOREPREMIO
656 GIALLO VASO
516 GIALLO BOTTIGLIE
889 GIALLO CESTO
139 BLU PALLONE
386 GIALLO BOTTIGLIE
850 BLU CENTROTAVOLA 
865 GIALLO  FERRO DA STIRO 
547 GIALLO  CREME ERBORISTERIA 
239 ROSA PISCINA
485 GIALLO CUFFIE
988 ROSA CESTO 
422 GIALLO  CESTO 
675 GIALLO  CESTO 
190 ROSA TAGLIAERBA
920 ROSA VIAGGIO

Premi da ritirare in Canonica entro il 10 Giugno.

Ez 16,1-15.60-63; Sal da Is 12; Mt 19, 3-12. ||| In quel tempo, si avvicinarono a Gesù alcuni farisei per metterlo alla prova e gli chiesero: «È lecito a un uomo ripudiare la propria moglie per qualsiasi motivo?».
Egli rispose: «Non avete letto che il Creatore da principio li fece maschio e femmina e disse: "Per questo l'uomo lascerà il padre e la madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una sola carne"? Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l'uomo non divida quello che Dio ha congiunto».
Gli domandarono: «Perché allora Mosè ha ordinato di darle l'atto di ripudio e di ripudiarla?».
Rispose loro: «Per la durezza del vostro cuore Mosè vi ha permesso di ripudiare le vostre mogli; all'inizio però non fu così. Ma io vi dico: chiunque ripudia la propria moglie, se non in caso di unione illegittima, e ne sposa un'altra, commette adulterio».
Gli dissero i suoi discepoli: «Se questa è la situazione dell'uomo rispetto alla donna, non conviene sposarsi».
Egli rispose loro: «Non tutti capiscono questa parola, ma solo coloro ai quali è stato concesso. Infatti vi sono eunuchi che sono nati così dal grembo della madre, e ve ne sono altri che sono stati resi tali dagli uomini, e ve ne sono altri ancora che si sono resi tali per il regno dei cieli. Chi può capire, capisca».