Parrocchia di Cerea
comunità parrocchiale di cerea
San Zeno in Santa Maria Assunta
 
 
Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider
 

Tenendo conto degli interventi e dei documenti del Governo, della Conferenza Episcopale Italiana e della nostra Diocesi, vogliamo dare informazioni e suggerimenti per vivere i giorni centrali della nostra fede.

I sacerdoti celebrano i Riti della Settimana Santa nelle chiese parrocchiali, a porte chiuse, senza concorso di popolo; alle celebrazioni saranno ammesse, come indicato dal Ministero dell’Interno, solo le persone necessarie per il servizio liturgico, garantendo le misure sanitarie previste.

Domenica delle Palme (5 aprile)


In chiesa saranno posti dei ramoscelli di ulivo già benedetti.

Diamo la possibilità che siano benedetti anche i ramoscelli di ulivo che ciascuno ha a casa: si può partecipare in diretta alla benedizione e alla messa sabato 4 aprile alle ore 16 trasmessa dalla pagina facebook della Parrocchia di Cerea.

La chiesa sarà aperta: sabato 4 aprile dalle 8 alle 12 e dalle 17 alle 18,30; domenica 5 aprile dalle 8,30 alle 12 e dalle 17 alle 19.

I sacerdoti celebrano in forma privata alle ore 7,30 – 12 – 16 - 19,15.

Alle ore 19 daremo la benedizione alla città con il Santissimo Sacramento.

GIOVEDì SANTO (9 aprile)


Ricordiamo l’Ultima Cena di Gesù. Sarà celebrata la messa in forma privata alle ore 18, alla quale possiamo unirci spiritualmente da casa.

La chiesa sarà aperta dalle 8 alle 17,45 e dalle 19 alle 22. 

venerdì SANTO (10 aprile)


Ricordiamo la morte di Gesù in croce. Sarà celebrata l’azione liturgica in forma privata alle ore 16, alla quale possiamo unirci spiritualmente da casa.

La chiesa sarà aperta dalle 8 alle 15,30 e dalle 17 alle 20.

Dalle ore 17,30 in chiesa sarà esposta la CROCE e rimarrà per tutto il sabato. 

SABATO SANTO (11 aprile)


Gesù è nel sepolcro: è il giorno del silenzio.

La chiesa sarà aperta dalle 8 alle 19. Sarà celebrata la veglia pasquale alle ore 21 in forma privata, alla quale è possibile unirsi spiritualmente da casa.

DOMENICA DI PASQUA (12 aprile)


La chiesa sarà aperta dalle 8,30 alle 12 e dalle 17 alle 19. I sacerdoti celebrano in forma privata alle 7,30 – 12 – 16 - 19,15.

Per chi lo richiede si potrà, personalmente, ricevere la Comunione.

Alle ore 19 daremo la benedizione alla città con il Santissimo Sacramento dal sagrato della chiesa.

 

Celebrazioni in diretta TV

Essendo impossibilitati a partecipare alle celebrazioni, vi invitiamo a seguire su Telepace tutti i riti, di cui sotto riportiamo gli orari. Scegliere di assistere alle celebrazioni del Papa o del Vescovo è anche segno di comunione con tutta la Chiesa.

Ci permettiamo di dare alcune indicazioni per vivere la messa attraverso la tv:

  • Si assista alle celebrazioni in diretta, non registrate (ecco perché proponiamo quelle del papa e del vescovo alla tv)
  • Non basta semplicemente “ascoltare” la messa alla tv: occorre fermarsi, scegliere un posto adatto e partecipare rispondendo con le acclamazioni.
  • Cerchiamo di allontanare le possibili distrazioni, come per esempio il telefono.
  • Ci si può aiutare con qualche sussidio o messalino che riporta, per esempio, le letture della celebrazione.
  • Si può partecipare alla celebrazione con la Comunione Spirituale.

 

Orari delle celebrazioni in diretta su Telepace

Domenica della Palme (5 aprile)

11,00

dalla Basilica di San Pietro il Santo Padre Francesco presiede la Santa Messa

18,30

dalla Cattedrale di Verona il Vescovo Giuseppe presiede la Santa Messa

 

Giovedì santo (9 aprile)

18,00

dalla Basilica di San Pietro il Santo Padre Francesco presiede la Messa In coena Domini

19,30

dalla Cattedrale di Verona il Vescovo Giuseppe presiede la Messa In coena Domini

 

Venerdì santo (10 aprile)

15,00

dalla Cattedrale di Verona il Vescovo Giuseppe presiede la Liturgia della Passione del Signore

18,00

dalla Basilica di San Pietro il Santo Padre Francesco presiede la Liturgia della Passione del Signore

21,00

dal sagrato della Basilica di San Pietro il Santo Padre Francesco presiede la Via Crucis

 

Sabato santo (11 aprile)

19,30

dalla Cattedrale di Verona il Vescovo Giuseppe presiede la Veglia Pasquale

21,00

dalla Basilica di San Pietro il Santo Padre Francesco presiede la Veglia Pasquale

 

Domenica di Pasqua (12 aprile)

11,00

dalla Basilica di San Pietro il Santo Padre Francesco presiede la Santa Messa.

Al termine impartisce la benedizione Urbi et Orbi

18,30

dalla Cattedrale di Verona il Vescovo Giuseppe presiede la Santa Messa

 

Per il sacramento della Confessione

Per chi desidera ed è nelle condizioni di poterlo fare, è possibile celebrare il sacramento della Riconciliazione in chiesa parrocchiale nella solita forma, quando si troverà un sacerdote disponibile. Saranno adottati tutti i presidi sanitari richiesti (non in confessionale, uso di mascherine, distanza di almeno un metro, garanzia della riservatezza).

Non è possibile celebrare il sacramento on-line, per telefono o video-chiamata o altri apparecchi similari.

Se si è impossibilitati nel celebrare il sacramento della Confessione, è possibile, come ricordato da papa Francesco, chiedere personalmente perdono a Dio, riconoscendo i propri peccati, recitando un atto di contrizione (Confesso a Dio Onnipotente, Atto di dolore, O Gesù d’amore acceso, Agnello di Dio che togli i peccati del mondo, ecc…) e dichiarando il fermo proposito di confessarsi appena possibile. Così la Santa Sede specifica:

Laddove i singoli fedeli si trovassero nella dolorosa impossibilità di ricevere l’assoluzione sacramentale, si ricorda che la contrizione perfetta, proveniente dall’amore di Dio amato sopra ogni cosa, espressa da una sincera richiesta di perdono (quella che al momento il penitente è in grado di esprimere) e accompagnata dal votum confessionis, vale a dire dalla ferma risoluzione di ricorrere, appena possibile, alla confessione sacramentale, ottiene il perdono dei peccati, anche mortali (cf. CCC, n. 1452).

 

Apertura della chiesa

Riportiamo, per completezza, gli orari di apertura della chiesa durante l’intera Settimana Santa

Sabato

4 aprile

Dalle 8 alle 12

Dalle 17 alle 18,30

Domenica delle Palme

5 aprile

Dalle 8,30 alle 12

Dalle 17 alle 19

Lunedì Santo

6 aprile

Dalle 8 alle 19

Martedì Santo

7 aprile

Dalle 8 alle 19

Mercoledì Santo

8 aprile

Dalle 8 alle 19

Giovedì Santo

9 aprile

Dalle 8 alle 17,45

Dalle 19 alle 22

Venerdì Santo

10 aprile

Dalle 8 alle 15,30

Dalle 17 alle 20

Sabato Santo

11 aprile

Dalle 8 alle 19

Domenica di Pasqua

12 aprile

Dalle 8,30 alle 12

Dalle 17 alle 19

2 Tm 1, 1-3.6-12; Sal 122; Mc 12, 18-27. ||| In quel tempo, vennero da Gesù alcuni sadducei - i quali dicono che non c'è risurrezione - e lo interrogavano dicendo: «Maestro, Mosè ci ha lasciato scritto che, se muore il fratello di qualcuno e lascia la moglie senza figli, suo fratello prenda la moglie e dia una discendenza al proprio fratello. C'erano sette fratelli: il primo prese moglie, morì e non lasciò discendenza. Allora la prese il secondo e morì senza lasciare discendenza; e il terzo egualmente, e nessuno dei sette lasciò discendenza. Alla fine, dopo tutti, morì anche la donna. Alla risurrezione, quando risorgeranno, di quale di loro sarà moglie? Poiché tutti e sette l'hanno avuta in moglie».
Rispose loro Gesù: «Non è forse per questo che siete in errore, perché non conoscete le Scritture né la potenza di Dio? Quando risorgeranno dai morti, infatti, non prenderanno né moglie né marito, ma saranno come angeli nei cieli. Riguardo al fatto che i morti risorgono, non avete letto nel libro di Mosè, nel racconto del roveto, come Dio gli parlò dicendo: "Io sono il Dio di Abramo, il Dio di Isacco e il Dio di Giacobbe"? Non è Dio dei morti, ma dei viventi! Voi siete in grave errore».